NAPOLI – 9 ottobre 2013 – Management chirurgico delle neoformazioni annessiali

Mercoledì 9 Ottobre 2013  durante l’ 88° Congresso Nazionale SIGO – 53° Congresso Nazionale AOGOI – 20° Congresso Nazionale AGUI
Presso l’ EXPO CENTRO CONGRESSI Molo Angioino,  Stazione  Marittima, NAPOLI
in   Sala Ulisse si terrà dalle 11.30 alle 13.30
Sessione SICHIG (Società Italiana di Chirurgia Ginecologica):
Management chirurgico delle neoformazioni annessiali
Presidente: Frigerio L. (Bergamo)
Moderatori: Busacca M. (Milano) – Candiani M. (Milano)

Valutazione ecografica delle tumefazioni annessiali – Di Legge A. (Roma)
Gestione delle neoformazioni annessiali a basso rischio oncologico – Carnelli M. (Bergamo)
Management delle tumescenze pelviche a rischio oncologico: i limiti della  laparoscopia- Ghezzi F. (Varese)
Endometriosi, indicazioni al trattamento chirurgico – Vignali M. (Milano)
Chirurgia d’urgenza nelle neoformazioni annessiali – Ferrari S. (Milano)

Le tumescenze  annessiali sono un problema  comune  nelle  donne  di  tutte  l’età. Qualunque massa pelvica individuata in età prepubere o post-menopausale si associa ad un elevato rischio di neoplasia maligna, rispetto all’età fertile nella quale la patologia benigna è di gran lunga prevalente. L’iter diagnostico deve comprendere tutti gli aspetti  clinici ed anamnestici del caso. La visita ginecologica con esplorazione rettale e l’ecografia con studio preoperatorio della vascolarizzazione mediante color Doppler  consentono un classificazione efficace delle neoformazioni annessiali.  La  valutazione  del  caso dipende  da  diversi  fattori  come  un’accurata anamnesi, l’età della paziente, l’esame obbiettivo  generale,  la  sintomatologia,  l’esame  ecografico,  la  dimensione  della  massa  e  i  livelli sierici  del  CA-125.  La  combinazione  di  questi  fattori consente la selezione dei casi da sottoporre a trattamento chirurgico.  La  chirurgia  laparoscopica offre molti vantaggi per la diagnosi e terapia delle masse annessiali con i limiti di una metodica ampiamente diffusa in ambito ginecologico. Un accurato  inquadramento  al momento della diagnosi è estremamente importante al fine di programmare una terapia adeguata ed è un importante fattore prognostico nel carcinoma ovarico. Da qui, la necessità di studiare accuratamente le tumescenze annessiali, in modo da poter procedere ad un intervento commisurato al grado di rischio evitando pesanti trattamenti laddove questi non possano avere esito curativo

Scarica il programma