Ricerca, conoscenza, divulgazione

Dal 1989 SICHIG promuove la diffusione di studi e ricerche nel campo della chirurgia ginecologica, stimolando dibattiti e organizzando eventi divulgativi.

PROMUOVIAMO L‘ECCELLENZA NELLA CHIRURGIA GINECOLOGICA DA OLTRE TRENT’ANNI

L’obiettivo della SICHIG, Società Italiana di Chirurgia Ginecologica, è di promuovere l’eccellenza nella chirurgia ginecologica attraverso l’acquisizione di conoscenze, il miglioramento delle competenze, il progresso della ricerca clinica e di base, l’educazione professionale e la diffusione di studi e ricerche. SICHIG promuove la trasmissione della conoscenza e una maggior consapevolezza professionale, attraverso contenuti e ricerche sempre aggiornate.

Tra le finalità della SICHIG, vi è anche quella di promuovere una cultura della gestione del rischio, basata sullo sviluppo di strategie per migliorare la sicurezza del paziente e dei risultati. Una cultura cioè che sappia valutare le complicanze secondo incidenza, meccanismi e presentazioni e che sappia consigliare i metodi per prevenire e affrontare tali complicanze in chirurgia.

Ricerca

I più recenti studi gettano le basi per l’evoluzione della chirurgia ginecologica. SICHIG promuove ricerca e innovazione.

Conoscenza

L’approfondimento delle tematiche più salienti riguardanti gli aspetti evolutivi della chirurgia ostetrico-ginecologica.

Divulgazione

SICHIG promuove e realizza eventi sulle recenti evidenze scientifiche, sulle indicazioni e gli approcci chirurgici innovativi.

16 ottobre 2020
19 ottobre – 8 novembre 2020

ENDOMETRIOSI: PATOLOGIA TRA ENIGMA E REALTÀ

Presidenti: P. Beretta, A. Riccardi
Comitato Scientifico: M. Carnelli, S. Ferrari, A. Natale, M. Vignali

Razionale

L’endometriosi è una complessa e invalidante patologia cronica, che colpisce milioni di donne nel mondo. Tale condizione mantiene uno straordinario interesse scientifico perché caratterizzata da conoscenze enigmatiche e accompagnata da numerose controversie. Questi presupposti condizionano comportamenti clinici spesso discordanti. Essendo una delle più frequenti patologie dell’età fertile determina serie ripercussioni sul potenziale riproduttivo e sulla qualità della vita delle donne, condizionandone il loro futuro. Sebbene il ritardo nella diagnosi sia meno frequente rispetto al passato non sono rari i casi in cui i sintomi riferiti vengano ancora sottovalutati. Questo incontro si prefigge di offrire nuove opportunità per far luce sugli aspetti ancora incerti ed approfondire le conoscenze di questa malattia definendo lo stato dell’arte circa le modalità diagnostico-terapeutiche. Oggi l’approccio multidisciplinare tende a garantire una più precisa e tempestiva diagnosi ottimizzando il trattamento più appropriato. Il filo conduttore del convegno sarà quello di mettere in primo piano le attuali evidenze scientifiche e di sfatare le false opinioni e i luoghi comuni che circondano e condizionano ancora la gestione di questa malattia.

Webinar non accreditato ECM
16 ottobre 2020
ore 18.00 – 20.30

FAD ASINCRONA accreditata ECM in AGENAS per l’attribuzione dei relativi CREDITI FORMATIVI ECM.
dal 19 ottobre all’8 novembre 2020

Gratuito per i soci Sichig e Slog
Massimo 250 partecipanti

Per informazioni e partecipazioni inviare una email a: convegno-sichig-slog-2020@psacf.it

23 novembre 2020

PREVENZIONE, DIAGNOSI E CURA DEI TUMORI EREDO-FAMILIARI DELL’OVAIO

Presidenti: P. Beretta, L. Frigerio, F. Ghezzi, G. Mangili

Razionale

Il carcinoma ovarico è il tumore ginecologico più pericoloso ed aggressivo che in Italia colpisce oltre 5.000 donne ogni anno. Nella popolazione femminile il rischio di sviluppare durante la vita questa neoplasia è di poco superiore all’1 percento, ma si stima che quasi un terzo dei tumori epiteliali dell’ovaio sia correlato a mutazioni eredo-familiari dei cromosomi 13 e 17 con alterazioni dei geni BRCA1/2. In questi casi e nei parenti che presentano le stesse mutazioni la predisposizione ad ammalare di tumore della mammella aumenta di 6-7 volte e il rischio di cancro ovarico aumenta di 40-50 volte rispetto alla popolazione generale.

Il carcinoma sieroso dell’ovaio di alto grado è il tipo istologico più comunemente associato alle mutazioni dei geni BRCA1/2 e queste mutazioni sono state identificate in tutti i tumori epiteliali, ad eccezione dei tumori mucinosi, confermando l’opportunità di estendere le indagini genetiche a tutte le pazienti con tumore epiteliale dell’ovaio. Anche le donne portatrici di sindrome di Lynch presentano alterazioni di geni deputati alla riparazione del DNA (MLH1, MSH2, MSH6 o PMS2) e sono predisposte ad ammalare di tumore ovarico anche se in forme meno aggressive.

Ad oggi almeno 16 geni onco-soppressori risultano coinvolti nella genesi del tumore ovarico ereditario e nuove ricerche sono condotte nel merito. Il percorso che oggi viene offerto ad una donna con tumore ovarico è diverso rispetto al passato e questo grazie all’analisi genetica del tumore. In caso di mutazione dei geni BRCA1 e BRCA2, è possibile utilizzare nuovi farmaci a bersaglio molecolare che colpiscono selettivamente le cellule tumorali, offrendo strumenti terapeutici nuovi ed efficaci che assicurano un netto miglioramento degli standard di cura delle pazienti.

La collaborazione multidisciplinare fra ginecologo, patologo, genetista, radiologo, oncologo, senologo, esperto di PMA e psicologo caratterizzano il percorso di prevenzione e cura, personalizzando le decisioni cliniche e i tempi di attuazione.

N. 7 crediti ECM per Medici specialisti in Ginecologia e Ostetricia, Oncologia, Radiodiagnostica, Radioterapia, Anestesia e Rianimazione, Anatomia Patologica, Genetica Medica e Medicina Generale. Infermieri, Ostetriche/i, Psicologi e Tecnici sanitari di radiologia medica

Convegno riservato a 100 partecipanti

Per informazioni e partecipazioni inviare una email a: info@precommunication.com

CONTATTACI

SICHIG incoraggia e stimola il dibattito dentro e fuori l’Associazione. Siamo a tua disposizione per risolvere ogni dubbio o necessità e ti ringraziamo per i suggerimenti e le osservazioni che vorrai inviarci: contribuiranno a migliorare la nostra attività.

2 + 0 = ?